Agriturismo Ortesida - Occasioni di svago nella zona di Morbegno e in Valtellina
sfondo legno ortesida
Svago PDF Stampa E-mail

L'Agriturismo Ortesida e' vicinissimo a Morbegno, considerata anche dai valligiani come la piu' vivace tra le citta' di media e bassa Valtellina. Nota come Citta' del Bitto, dal famoso formaggio della vicina Val Gerola, Morbegno e' divenuta famosissima sia per aver dato i natali a personaggi del calibro di Ezio Vanoni e Pasquale Saraceno, ma anche per numerosi eventi che si tengono durante l'anno.

Primeggiano sicuramente Morbegno in Cantina e la Fiera del Bitto, ma la vita del capoluogo dell'omonimo mandamento e' anche scandita dagli allegri venerdì sera estivi, dove tutto lil centro storico è chiuso al traffico, i negozi rimangono aperti anche la sera ed è possibile vivere un borgo che, stupendo tutti gli avventori, si dimostra molto vivo.

Se amate lo sport, Morbegno vi offre una piscina pubblica coperta (ne è in corso di realizzazione una seconda, più grande e moderna), un tennis club, un bocciodromo, un maneggio, campi da calcio e, non certo da ultimi, la partenza di numerosi itinerari tra i sentieri delle montagne circostanti. Per gli amanti della bicicletta, Morbegno viene attraversata dal Sentiero Valtellina, lungo percorso ciclopedonale che consente di pedalare da Piona (Lecco) sino a Bormio.

Se invece cio' che cercate è l'arte, Morbegno propone sovente concerti musicali organizzati da diverse associazioni e gruppi. Potrete visitare il bellissimo palazzo Malacrida, il centro storico, con le chiese di San Giovanni, San Pietro e dell'Assunta dove, oltre agli affreschi di asosluto pregio, e' presente uno degli altari in legno piu' preziosi che l'Italia possa vantare.

Ma tutta la Valtellina offre molto: palazzo Besta a Teglio, le incisioni rupestri di Grosio, le antiche città minerarie delle alpi Orobie, sopra Fusine, un tempo centro vitale della Valle.

Dall'Agriturimo e' infatti possibile, attraverso i sentiri, raggiungere la Gran Via delle Orobie, antico sentiero che, dalle estreme propaggini del settentrione lariano, porta all'Aprica. Via dei mercanti dei secoli scorsi, quando il fondovalle era un acquitrino insalubre, è oggi uno dei sentieri più suggestivi dell'arco alpino, tra antiche fornaci, vecchie rovine, testimonianze della Grande Guerra e arcane leggende.

Inoltre a 8 Km è possibile attraversare in volo la valle del Bitto grazie all'emozionantissimo FlyEmotion